En tiiiiiiä!

Sera!
Per la cronaca, il titolo significa “Non lo so”. In realtà sarebbe “En tiedäma come mi sono accorta e come mi è stato confermato dalla professoressa di finlandese nel parlato si usa molto dire “En tiä”.
Comuuunque, stasera vorrei parlare di una sorta di crisi che ho avuto in questi giorni.
Non so da dove sia arrivata, dato che venerdì pomeriggio stavo benissimo, ma da venerdì sera a oggi è un continuo “alti e bassi” di umore.
Forse è solo che non sono stata molto bene per qualche giorno e quando sono così mi sento sempre un po’ giù, forse è perché Nea-Veera e Saana sono malate e senza di loro a scuola mi sento un po’ persa, forse è perché venerdì alle prove della band per il musical Laura (insegnante) non mi ha tradotto nulla e mi sono sentita un po’ esclusa.
Da lì mi è arrivata un po’ di homesickness, ma del resto sapevo che i primi mesi sarebbero stati difficili, sapevo che la crisi dell’ “adattamento” non poteva essere l’unica.
In realtà forse tutte le piccole cose che mi sono tenuta dentro per un mese stanno venendo fuori ora, ma tutto ciò fa parte dell’esperienza.
La realtà è che poi io sono veramente masochista, perché ho cominciato a pensare ai miei genitori. E’ veramente troppo strano pensare di stare lontani così tanto tempo e certe volte mi sento quasi in colpa per il fatto di averli lasciati, ma lo so che loro mi appoggiano e sono felici della mia scelta, quindi ciò mi spinge ad andare avanti e a cercare di scacciare i brutti pensieri.
Perché quando hai un momento no, ti rendi conto che quasi nessuno qui ti può capire e vorresti solo avere di fianco le persone che più ti conoscono al mondo.
Ma non mi lamento e non mollo, ho voluto la bicicletta e adesso pedalo, che tanto se tutto va bene verso gennaio o marzo vengono qui a trovarmi 🙂
tralasciando i momenti tristi, passiamo al racconto degli ultimi giorni!
Giovedì sera sono stata sul divano con Nea-Veera e siamo morte dal ridere a mandare messaggi vocali a Santeri.
Il contenuto avrebbe dovuto essere “Oh nyees!”. E’ una storia troppo lunga da spiegare, comunque in un video stupidissimo un tizio lo dice e quindi ora è diventata una fissa per tutti quanti ahah.
Comunque, lei era lì tutta concentrata a cercare di dirlo e ad esercitarsi quando io le propongo che potremmo dirlo insieme, ma appena ci provavamo scoppiavamo a ridere quindi i tentativi sono stati superflui.
Il picco delle risate è stato quando l’ho detto con la mia voce da “Bori”. (Vale, Ire e Fra, solo voi tra i lettori del blog potete capirmi ahah).
A parte questo delirio da febbre/ noia niente di che.
Venerdì a scuola abbiamo avuto finlandese, in cui siamo rimasti in classe per fare un lavoro a gruppi che consisteva nel tradurre una canzone dall’inglese al finlandese.
Si, sono stata molto utile nell’operazione! 😛 ahah
In realtà non è successo nient altro di che e mi sono sentita alquanto sola perché Saana e Nea-Veera erano malate, Katja non c’era, Laura e Katri erano via per il weekend e il tavolo di Merja era pieno, quindi ho finito per mangiare da sola, fino a quando Sinna e Merja sono venute a sedersi con me nonostante avessero già mangiato. Ho apprezzato il gesto 🙂
Di pomeriggio, come programmato, sono andata da Larissa e dato che era il nostro “chocolate day” abbiamo fatto la “Mudcake”, ovvero la “Torta fango” ahah.
Si chiama così perché è fatta in modo che quando la tagli il cioccolato “liquido”  che c’è  dentro viene fuori ed è… IL PARADISO.
No davvero, penso che sia una delle torte più riuscite della storia.
Tra l’altro io e Larissa ci siamo sentite davvero cattive mentre la assaggiavamo dato che Saana può mangiare solo alimenti sani fino a che sta male :’)

Image

 

Sabato mattina mi sono alzata di buon’ora e alle 11 Artto, Outi, Miina e Larissa sono passati a prendermi per fare la camminata nella foresta.
Arrivati lì si sono aggiunti anche Marita (la madrina di Saana credo) e suo figlio.
Abbiamo camminato per qualche chilometro e poi ci siamo fermati per arrostire salsicce, cercare frutti di bosco e mangiare qualcosa.

Image

Tutti pieni e soddisfatti abbiamo deciso che Artto e i bambini sarebbero tornati indietro, mentre noi donne, impavide esploratrici, avremmo camminato per altri 6 km.
Okay, non scherzo se dico che stavamo morendo, era pieno di salite, sassi che ti facevano inciampare, discese, rocce e chi più ne ha più ne metta.
Inoltre ogni volta che fermavamo qualcuno per chiedere quanto mancasse ci rispondevano “Tre o quattro km! ” ahah no ma okey.
Alla fine avremo camminato 10 km e quando io e Larissa abbiamo visto il cartello che annunciava che mancavano solo 500 m  eravamo talmente contente che abbiamo cominciato a correre verso la salvezza! 😀
Quando ci siamo fermate tutte si sono messe a ridere perché ho detto che non avevo mai camminato tanto in tutta la mia vita.
Verso le 5 siamo andati a casa di Marita, abbiamo cenato (!!!) e bevuto caffè e poi siamo tornati a casa.
Outi, Artto e Larissa si sono fermati e abbiamo mangiato qualcosa, tipo il mio parmigiano, frutta e cracker, dopodiché io e Larissa abbiamo suonato il pianoforte, la chitarra e chiacchierato.
Quando è tornata Nea-Veera abbiamo parlato tutte e tre insieme ed è stato piacevole, mi sono sentita molto meglio.
Stamattina io, Carita, Unto, i bambini, Matteo and family siamo andati a Pirukirkko.
Significa “Chiesa del Diavolo” ma in realtà non è una chiesa, è tipo un posto in mezzo alla foresta… E’ stato veramente poco interessante, non c’era nulla da vedere 😦
Abbiamo solo camminato ( stranamente non sono caduta) e io più che godermi il panorama cercavo di non uccidermi, dato che ancora un po’ certi tratti erano da scalare ahah.
Tornati a casa abbiamo mangiato quasi tutti insieme (gioiaa), dopodiché Silja, l’amica di Justiina che era qui per il weekend doveva tornare a casa e così Unto e Carita l’hanno portata a Kajaani. E’ stata tenera perché dopo aver abbracciato Larissa ha voluto abbracciare anche me, nonostante ci conoscessimo da pochissimo.
Dopo che se ne sono andati io e Larissa siamo state con Nea-Veera che oggi era veramente giù, dato che è a casa da sola da una settimana e non sembra migliorare… Anzi, oggi faceva fatica a mangiare e persino ad aprire la bocca a causa del mal di gola.
Abbiamo chiacchierato e lei era preoccupata per domani e per come io sarei andata a scuola dato che lei non ci sarebbe stata. Mi ha fatto davvero tenerezza.
Dopodiché abbiamo passato il pomeriggio sul divano a guardare “Vampire Diaries” e poi ho fatto skype con la nonna e zii.
Quando Carita è andata a prendere Justiina Verneri ha detto che voleva rimanere a casa con me (Yuppppi proprio), mi ha tirato pazza per mezz’ora cercando di giocare con qualsiasi cosa capitasse a tiro nella mia stanza, ha fatto un disastro nel tentativo di mangiare il pane e quasi mi rovesciava tutto il succo di frutta sul letto ma si… Sono nuove esperienze ahah.
Comunque per cena ho mangiato solo del pane con prosciutto, formaggio e cetrioli e ora penso che andrò a mangiare un po’ di frutta come spuntino perché ho faaame!
Ci sentiamo e state tranquilli che riuscirò a raggiungere nuovamente la “stabilità” per quanto riguarda il mio umore 😀

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...