7 agosto 2013- 11 giugno 2014.

Moi!
Ovviamente mi trovo qui a scrivere all’una di notte, perché avere una vita normale e dormire a orari decenti, e di conseguenza scrivere a orari decenti non è nel mio stile. 😀
Ebbene si, dopo una lunga attesa anche a me è arrivata la data di partenza e sono a quota -7. Immagino che vogliate sapere come io mi senta, anche perché questo intervento non avrebbe senso altrimenti, lo so.
Sicuramente non realizzo il tutto come dovrei, dato che ho già salutato molte persone che non vedrò fino a giugno senza dover trattenere una e dico una  lacrima.
E’ vero che non erano né la Vale, né la Sere e company… Ma… Come faccio a essere così tranquilla?! E’ che in realtà si, mi mancheranno ma non vedo l’utilità delle ultime volte e degli ultimi saluti perché mettono solo una fottutissima ansia!
Questo ci riporta alla questione “cuore di pietra” che penso di aver affrontato almeno due volte in questi giorni. Un po’ con le mie amiche a un fantasticissimo pigiama party depresso e un po’ con la Chiara (che tra l’altro sta per partire e quindi ultimamente ci capiamo molto bene ahah ciao ciccina buon viaggio ❤ ).
La realtà è che in questo ultimo anno penso di essere diventata apatica nel vero senso della parola. Alla fine non c’è niente che non vada nella mia vita, a parte le solite paranoie di un’adolescente timida, ma non riesco ad apprezzare quello che ho.
Tutto è diventato di routine, non sento più il bene che voglio alle persone e in poche parole non riesco più ad emozionarmi sul serio.
E questa cosa mi spaventa, perché io voglio emozionarmi, ridere, perfino piangere, mi basta sentire qualcosa, voglio di nuovo stupirmi di ogni piccola cosa e sentirmi viva e il mio exchange year mi darà la possibilità di farlo.
Sono queste le ragioni più profonde che mi spingono a non mollare, a non ascoltare quelli che mi dicono “Ma non hai cambiato idea? Non vuoi rimanere?”, a superare la crisi che inevitabilmente accompagna gli ultimi giorni italiani.
L’opzione “rimanere qui” penso di non considerarla neanche per un decimo di secondo.

E’ un po’ per voler dire (se vogliamo metterla sul piano Jovanotti) : “Ho preso in mano la mia vita e ne ho fatto molto di più”.
Perché penso che il dramma di molte persone sia proprio questo; avere una vita non soddisfacente e non fare nulla per salvarla, ma semplicemente guardarla affondare giorno dopo giorno.
Beh io non sono così, di vita ne ho una sola e voglio viverla dandole un significato profondo, ogni istante, senza pensare che prima o poi le cose cambieranno e senza essere passiva aspettando qualcosa che forse non arriverà mai.

 

“C’e’ una bellissima barzelletta italiana su un povero che va in chiesa ogni giorno a pregare di fronte alla statua di un santo: “O caro santo, ti prego, ti prego, ti prego… fammi vincere alla lotteria”.
Finche’ un giorno, il santo – esasperato – prende vita, guarda il povero uomo e gli dice: “Figliolo, ti prego, ti prego, ti prego… compra un biglietto”.

 

E io questa barzelletta l’ho capita, e ho comprato un biglietto per la Finlandia.
E se ancora volete vederla come Forrest Gump:

Non lo so se abbiamo ognuno il suo destino o se siamo tutti trasportati in giro per caso come da una brezza, ma io credo, può darsi le due cose, forse le due cose capitano nello stesso momento.

 

Si, anche io la penso così, al destino ci sto andando incontro e questo porterà sicuramente qualcosa di buono.
Quindi il consiglio che mi sento di dare a tutte le persone che come me si trovano in questo perenne stato di noia verso la vita ed apatia a fare qualcosa.
Che sia qualsiasi cosa vi faccia stare bene o sentire vivi, fare volontariato, donare qualche sorriso o qualche “grazie” in più, risentire vecchi amici, farsene di nuovi, ricominciare uno sport abbandonato, lasciarsi trasportare da una nuova passione, iscriversi a un nuovo corso o a quel corso che avete sempre sognato.
Prendete in mano la vostra vita, perché il tempo non ve lo ridarà indietro nessuno.

Scusate se vi ho annoiato con tutte le mie disquisizioni filosofiche, ma davvero il pre-partenza lascia spazio  a tutto ciò e avevo un bisogno di mettere in ordine i miei pensieri che neanche vi immaginate.
Passando alla Finlandia, notizie (?) :

La mia famiglia già l’adoro, mi ridipingono la stanza del mio colore preferito e hanno comprato perfino dei mobili per me! Non ci posso credere, sono di una dolcezza assurda.
La cosa che mi fa troppo piacere è che nonostante tutto, anche se ospiteranno ancora, nella stanza ci sarà sempre la traccia del mio passaggio.
Loro si definiscono una big (and noisy) family e io non vedo l’ora di farne parte!

Intanto qui ho fatto la valigia ed è andata a way better di quanto mi aspettassi!
Mancano ancora un po’ di cosine, tipo il cappottino e la bottiglia di vino per l’host father, ma per ora solo 13 chili! E il massimo é 23, quindi posso ritenermi più che soddisfatta.

Ah informazione di servizio: con il finlandese ci ho rinunciato, è troppo diverso e qui non riesco a concludere un bel fico secco.
Memorizzo frasi e parole e dopo 3 minuti me le dimentico, per non parlare poi delle parole inesistenti sul dizionario a causa delle declinazioni strane!
Una exchange mi ha detto che dopo 1/2 mesi ha cominciato a capire, e che dopo 5 mesi parlava solo finlandese.
Giuro che se dovessi raggiungere questi risultati mi metterei a piangere dalla gioia.
Ah, poi ha detto anche che dopo un po’ ti abitui alla lingua ed è più facile memorizzare parole, lo spero vivamente!
Ah, mi riprometto ufficialmente qui, di non fare l’asociale! In Finlandia sei tu a dover fare il primo passo poiché (a meno che non siano ubriachi lol ) non vengono a parlarti per paura di disturbarti. Quindi si, è una buona occasione per cominciare a buttarmi, mal che vada tutta sta gente tra 10 mesi non la rivedo 😀

Informazione di servizio numero 2: Sono terrorizzata perché dovrò fare scalo a Helsinki e starò 5 ore da sola lì! D: 
Ma come dice mio padre, in 5 ore riuscirò a trovare l’aereo con cui devo partire ahah!

Bene guys, è tutto.

Il post pre-partenza è andato e  probabilmente vi scriverò il prossimo post da Puolanka.
La vostra ansiosamente fantastica Giuls. xoxo. 🙂

 

Image

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...